Il Dirigente Scolastico

   
     
 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

                                                            prof.ssa Monica INSANGUINE

 
 
 

“Il Dirigente Scolastico assicura il funzionamento generale della  istituzione  scolastica entro il sistema di istruzione e formazione organizzando l’attività  secondo criteri di efficienza, efficacia e buon andamento dei servizi scolastici e formativi;promuove e sviluppa l’autonomia didattica, organizzativa e di ricerca, sperimentazione e sviluppo in coerenza con il principio dell’ autonomia delle istituzioni”.

I due tra gli obiettivi dell’incarico dirigenziale descrivono sinteticamente (e asetticamente) un ruolo dietro cui si cela tanto altro. Il Dirigente Scolastico è il promotore e il garante delle attività dell' Istituto dove opera, promuove e favorisce i rapporti tra i docenti, genitori ed alunni, è responsabile della scuola, la organizza,  la controlla, vive la complessità delle problematiche quotidiane e se ne appassiona.

La “preside”, come i più nostalgici e tradizionalisti ci chiamano, oggi ha il profilo di una figura dinamica, moderna ed efficiente, in grado di coinvolgere gli studenti rendendoli parte attiva della vita scolastica attraverso la creazione di un clima positivo, ricco di idee nuove  e stimolanti, una sorta di “wonder woman”, insomma, capace di porsi come punto di riferimento(stabile!) per ogni iniziativa di innovazione culturale garantendo, a quanti  lavorano nell'ambito del Progetto educativo d'istituto, autonomia di intervento,  di progettazione e gestione.

La direzione di un istituto professionale,alla luce della riforma della scuola secondaria di secondo grado, comporta una leadership articolata e condivisa: l’ IPSIA  “Majorana-Sabin” di Giarre, ubicato in edifici funzionali, dotati di laboratori attrezzati all’insegna  delle più avanzate tecnologie, è articolato in 5 indirizzi di specializzazione e un corso serale per il conseguimento del titolo di “Tecnico elettronico”. Nel contesto delle moderne politiche comunitarie, con l’intento di  accrescere il patrimonio di abilità professionali, presenta un’offerta formativa ampia e

 diversificata nei settori di “Manutenzione e assistenza tecnica”, “Produzioni industriali e artigianali” e  “Servizi commerciali”.

 Gli istituti professionali oltre ad una solida preparazione culturale offrono le competenze  per un immediato inserimento nel mondo del lavoro. Credo fortemente che l’impegno  nella formazione delle giovani generazioni occupi un ruolo strategico nei processi di innovazione e sviluppo. Compito imprescindibile della scuola è offrire un’importante  occasione per tentare di superare le distanze che la separano dal mondo del lavoro.

In questo quadro di riferimento, significativi progetti attuati dall’IPSIA  “Majorana-Sabin” si propongono di migliorare l’efficacia didattica del percorso scolastico fornendo agli alunni l’ opportunità di inserire esperienze d’ impresa nel proprio percorso di formazione in ambito territoriale ed extraregionale.

Il coordinamento e la progettazione di ogni azione, che elaboro in sintonia con l’intero staff  dirigenziale, con un’attenta programmazione, trasversale ai canali del sistema scolastico-formativo, consentono di alternare lo studio effettuato in orario curriculare ad attività di orientamento e al tirocinio presso aziende specializzate.

Anche per il corrente anno scolastico il Piano dell’offerta formativa presenta una struttura flessibile, utile a favorire l’acquisizione di competenze interpersonali, interculturali, sociali e civiche, che consentano la partecipazione consapevole e responsabile alla vita sociale e lavorativa.

Il ricorso a lezioni in aula, attività pratiche ed esperienze aziendali coerenti, pre-progettate e pienamente integrate nel curriculum rende possibile un progressivo avvicinamento alla  realtà lavorativa. L’osservazione della realtà economica esterna, rispetto alla “dimensione scolastica” di appartenenza, ponendo l’alunno in condizione di “problem solving” gli consente di potersi orientare in maniera coerente rispetto alle proprie attitudini ed aspirazioni professionali.

In un costante percorso di “ricerca-azione” in tutti gli studenti, anche in quelli più svantaggiati, possono emergere capacità individuali “latenti”, potenzialità utili ad una “promozione” culturale, sociale ma, soprattutto, personale.

 

                                                                                     Prof.ssa Monica Insanguine                                                               

 

 

Breve curriculum studiorum

La prof.ssa Monica Insanguine è nata a Catania il 18 ottobre 1973.

Dopo il diploma di Maturità magistrale, ha intrapreso gli studi universitari laureandosi in Lingue e Letterature Straniere nel 1996 con il massimo dei voti.

Ha conseguito l’abilitazione all’insegnamento nella scuola primaria (anche per  la lingua inglese) per il superamento del concorso per esami e titoli indetto con D.M. 20-10-1994. Successivamente ha conseguito l’ abilitazione all’insegnamento di lingua e civiltà straniera (inglese) nella scuola secondaria di I e II grado per il superamento del concorso per esami e titoli indetto con D.M. 31-03-1999. Dal 2007 è Dirigente Scolastico con contratto a tempo indeterminato per il superamento del concorso indetto con D.D.G. 22-11-2004.

La prof.ssa Insanguine ha iniziato la sua carriera scolastica nel 1996 insegnando nella scuola primaria, passando poi alla scuola secondaria nell’A.S. 2006/2007.

Dopo due anni da Dirigente Scolastico presso il Circolo Didattico “Don L. Milani” di Catania, è “approdata” all’I.P.S.I.A. “Majorana-Sabin” di Giarre nel 2009.